neoneiga banner



Chinpira
locandina

Trama

Osamu, del clan di Tsukishima, salva una donna inseguita da alcuni malviventi. La donna è Keiko,  l’amante del boss, e la decisione di Osamu di aiutarla nella fuga con l’inevitabile scintilla dell’amore fra i due non farà che complicare le cose.

Credits

Tit.int.: Coward

regia: Mochizuki Rokuro;

sceneggiatura: Ishikawa Masaya, Hirayama Kohki dal manga di Tachihara Ayumi;

fotografia: Ishii Koichi;

musica: Endo Koji.

Interpreti: Kitamura Kazuki, Taguchi Tomorō, Hoshi Yoko, Miyamae Kiyori, Oosugi Ren.

Produzione: Groove Corporation, Excellent Film.

Col.

Durata: 109’

2000

Commento

Caotico, iperveloce e divertente, Chinpira (ovvero la manovalanza dei clan yakuza) deve molto al mondo dei manga da cui è tratto. Dalle situazioni (la fidanzata che per pagare il proprio debito si recide il mignolo non con un coltello bensì con un morso; la coppia di poliziotti che sembra formata da Serpico e l’ispettore Clouseau; le gambe di Keiko, così sode perché (il padre la costringeva a tenere la pipì) ai personaggi (il protagonista gigolo Osamu, la bambina grillo parlante) tutto è un richiamo ai fumetti, ma non per questo i protagonisti mancano di consistenza o di spessore. Il  tutto è fortemente caratterizzato dalla presenza del sesso, ma questo fatto è facilmente spiegabile attraverso la conoscenza che Mochizuki ha dell’argomento, essendo stato regista di pink-eiga e avendo fondato nel 1986 una propria casa indipendente, la Porno-Video-Production-E-Staff Union. (Fulvio Faggiani)

Giudizio: 3 occhi e 1/2

Top | Torna all'indice

mini logo | | Licenza Creative Commons


Sito ottimizzato per IE5.5+, Netscape 7+, Opera 7+, Mozilla 1.0+, Safari 1.1+ | risoluzione consigliata 1024x768