neoneiga banner



Getting Any?
locandina

Trama

Asao ha un chiodo fisso: fare sesso. Per raggiungere il proprio scopo tenta tutte le strade possibili (o almeno quelle che gli suggerisce la tv): possedere una spider, viaggiare in un jet privato, fare l'attore, diventare invisibile.

Credits

Titolo: Minna yatteru ka? (t.l.: Lo fanno tutti?)

Regia e sceneggiatura: Kitano Takeshi

Interpreti: Dankan, "Beat" Takeshi, Terajima Susumu, Hidari Tokie, Kobayashi Shoji, Minakata Yuji, Okada Masumi, Osugi Ren, Yuki Tetsuya

Durata: 92'

Grottesco

Anno: 1994

Commento

La vena creativa di Kitano, al suo momento più fertile (ha appena girato Il silenzio sul mare e Sonatine ), sembra non assestarsi mai con le sperimentazioni, e il regista decide di guidare contromano. Getting any? , nelle intenzioni del regista un brutto film sulle brutture del Giappone, è quanto di più lontano si possa trovare sul Kitano metafisico del primo periodo. La schizofrenia che divide Beat Takeshi e Kitano Takeshi trova un punto di incontro, e il regista si presenta alle sale nelle stesse vesti con le quali compare sul piccolo schermo: quelle di geniale e triviale fustigatore di costumi, che ritorce contro la società e il mondo dello spettacolo giapponese le sue stesse armi e la sua stessa idiozia. Ne esce un accumulo di gag surreali come uno sketch dei Monty Python, ma ancora più cinico e arrabbiato nei confronti del mondo che circonda il povero Asao, antieroe non certo animato da nobili intenti, ma comunque vittima ingenua del mondo di cui fa parte. Al contempo Kitano si concede una gustosa parodia di tutti i generi cinematografici più famosi del Giappone, dal cinema erotico allo yakuza , dal chanbara (ad un certo punto Asao si ritrova ad interpretare Zatoichi in un film di cappa e spada) al kaiju . Ma realizzare un film che sia allo stesso tempo brutto e bello non è cosa facile e, nonostante la grande inventiva, il risultato fa fatica a decollare, soprattutto per uno spettatore occidentale digiuno di cultura televisiva nipponica, che fatica a cogliere gli innumerevoli riferimenti extratestuali. L'interpretazione di Dankan è geniale, ma la vera chicca è Terajima Susumu, nel doppio ruolo dello yakuza che muore continuamente e in quella del protagonista di un terrificante video di karaoke. (giacomo)

Giudizio:2 occhi e 1/2

Top | Torna all'indice

mini logo | | Licenza Creative Commons


Sito ottimizzato per IE5.5+, Netscape 7+, Opera 7+, Mozilla 1.0+, Safari 1.1+ | risoluzione consigliata 1024x768