neoneiga banner



Tokyo X Erotica

locandina

Trama

Siamo nel 1997, Haruka  (Sasaki Yumeko) è diventata una prostituta dopo che l’ex ragazzo, Kenji (Ishikawa Yuji), è morto in un attentato terroristico nel 1995. Nel giorno della morte di Kenji, un uomo (Ito) decide di far visita nell’appartamento della sua amante (Sasaki Mayuko) per soddisfarne le fantasie sessuali. Nel 1989 due giovani coppie decidono di cimentarsi in un party fatto di alcol e sesso. Nel 2002 la storia di Haruka sembra concludersi…

Credits

Regia: Takahisa Zeze

Sceneggiatura: Takahisa Zeze; Fotografia: Saito Koichi; Montaggio: Sakai Shiyoji; Cast:  Ishikawa Yuji, Ito Takeshi, Sasaki Mayuko, Sasaki Yumeko; Durata: 77’;  Anno: 2001

Commento

Takahisa Zeze è probabilmente uno fra i registi dotati di maggiore talento usciti dalla vivace  fucina dei pink eiga. Tokyo X Erotica, lavoro del 2001,  non fa altro che confermare questa impressione. Storicamente significativo per essere stato il primo pink ad essere girato e proiettato in digitale (rifiutando così sia il 16 mm che il 35 mm), è un lavoro che dimostra una grande libertà sia nella forma sia nell’approccio. Gli intrecci narrativi non lineari, costituiti mediante analessi e prolessi, spesso si sovrappongono e si amalgamano a una violenta sperimentazione filmica. La grande versatilità del digitale permette di giocare con cromatismi accentuati che ben si legano ad una messa in scena che oscilla vorticosamente dal pop-kitsch al surreale. L’atmosfera, a metà tra un sogno drogato e un incubo, è spesso plasmata attraverso l’uso  di lenti che deformano le immagini e l’ambiente ripreso. Sebbene Takahisa Zeze abbia dovuto pagare un pegno al mondo dei pink, inserendo le (obbligatorie) classiche e stucchevoli immagini pornografiche (con tanto di iperrealismo forzato a carico), riesce a confezionare un film  molto particolare, che ha il punto di forza  nel bizzarro modo di trattare eros e thanatos. Libero da schemi, seppur paradossalmente all’interno di un modello, Takahisa esprime il talento che la natura gli ha gentilmente concesso, regalando uno dei pink più interessanti della storia del genere. (Paolo Negrinotti)

Linkografia

Giudizio: 3 occhi

Top | Torna all'indice

mini logo | | Licenza Creative Commons


Sito ottimizzato per IE5.5+, Netscape 7+, Opera 7+, Mozilla 1.0+, Safari 1.1+ | risoluzione consigliata 1024x768