neoneiga banner



Wild Zero
locandina

Trama

Gli alieni stanno invadendo la terra, trasformando gli essere umani in zombie famelici. Il giovane rocker Ace (Endo Masashi), dopo aver salvato il suo gruppo preferito, Guitar Wolf, dal loro folle manager, si trova suo malgrado coinvolto nella carneficina scatenata dalle orde di morti viventi. Nella lotta finale, Ace, sarà accompagnato da un gruppo di personaggi al limite del bizzarro.

Credits

Regia: Takeuchi Tetsuro

Sceneggiatura:  Sataoshi Takagi

Fotografia: Kobayashi Motoki

Original Music by: Guitar Wolf

Montaggio: Kubota Tomoe

Interpeti:
Guitar Wolf
Drum Wolf
Bass Wolf
Endo Masashi
Inamiya Makoto
Sato Masao

Durata: 98’

Anno: 2000

Commento

L’inconfondibile suono del punk rock ci cala immediatamente nell’atmosfera del film, mentre il montaggio mostra un’improbabile invasione aliena (in pieno stile z-movie), alternata alla preparazione di un giovane rocker per il concerto dei suoi beniamini. L’essenza del film potrebbe tranquillamente racchiudersi in questa introduzione: un mix di fantascienza anni cinquanta, rock’n’roll, con l’aggiunta di una buona dose di zombie (che avremo modo di vedere poco dopo). La sceneggiatura di Wild Zero è in pratica inesistente, o se proprio si vuole considerare, è demenziale e priva di senso. Ciò che colpisce del film, è il parallelismo tra musica e pellicola; l’atmosfera low-fi, sporca, tipica del punk rock, è trasportata su celluloide con una messa in scena altrettanto semplice, diretta, approssimativa, in cui tutto è prodotto in maniera artigianale. Le citazioni lungo il film si sprecano: si va dagli zombie maldestramente truccati, alle improbabili astronavi che invadono le città, da giovani ragazze completamente nude che impugnano pistole con disinvoltura e fanno strage di morti viventi, a personaggi grotteschi che sembrano usciti da un lavoro di John Waters.
L’atmosfera wierdo, regala sicuramente momenti piacevoli e divertenti, tanto che in alcuni frangenti si può pensare di assistere alla trasposizione cinematografica di una canzone dei Ramones. Purtroppo è anche tutto qua, se ci si accontenta…Gabba Gabba Hey! (Paolo Negrinotti)

Giudizio:1 occhio e 1/2

Top | Torna all'indice

mini logo | | Licenza Creative Commons


Sito ottimizzato per IE5.5+, Netscape 7+, Opera 7+, Mozilla 1.0+, Safari 1.1+ | risoluzione consigliata 1024x768